MOBILITY ONLINE – I MONOPATTINI SONO SICURI?

MOBILITY ONLINE – I MONOPATTINI SONO SICURI?

MONOPATTINI: MENO INQUINAMENTO O PIÙ SICUREZZA?
di Rocco Bellantone – Direttore Editoriale Mobility News

L’USO SEMPRE PIÙ DIFFUSO DI MEZZI ALTERNATIVI PER SPOSTAMENTI BREVI IN CITTÀ E A BASSO IMPATTO SULL’AMBIENTE È CERTAMENTE POSITIVO. MA IL MERCATO SI STA SVILUPPANDO SENZA REGOLE, E CIÒ STA INCIDENDO NEGATIVAMENTE SULL’INCOLUMITÀ DI TANTI UTENTI DELLA STRADA

Nell’ultimo anno e mezzo il prolungato periodo di forzata convivenza con la pandemia da Covid-19 ha cambiato tante delle nostre vecchie abitudini, compreso anche il nostro modo di muoverci e spostarci per andare a lavoro, studiare o incontrare altre persone.  Lo confermano i dati emersi dall’Octo Connected Forum 2021, tenutosi lo scorso 17 settembre a Roma. L’Italia è il secondo Paese europeo per tasso di motorizzazione, con circa 663 veicoli ogni mille abitanti, secondo solo al Lussemburgo (681 veicoli/mille abitanti) e con un valore molto più elevato rispetto agli altri principali Paesi europei (Germania 574, Spagna 519, Francia 482, Regno Unito 473).

Esperti e addetti ai lavori intervenuti nel corso del Forum hanno sottolineato come la pandemia, come detto, ha inciso profondamente sulle abitudini di mobilità degli italiani: il 33% dei nostri connazionali ha cambiato le proprie preferenze in termini di frequenza, orari e tipo di mezzo; le auto private e lo spostamento a piedi saranno soluzioni più usate nel post Covid-19 e il 51% dei cittadini limiterà i propri spostamenti per attività personali. Tendenze che evidenziano, secondo quanto scritto in una nota rilasciata al termine del Forum, la necessità di creare un nuovo modello di mobilità «basato sull’intermodalità, sulla micromobilità urbana e su forme di utilizzo dei mezzi di trasporto sempre più innovativi».

MERCATO ELETTRICO IN ASCESA

In Italia, così come in buona parte del resto del pianeta, intermodalità e micromobilità stanno andando sempre più a braccetto con l’ascesa dei mercati dei mezzi elettrici. Secondo i dati più recenti di Confindustria Ancma, diffusi da Il Sole 24 Ore, il primo semestre del 2021 ha confermato la crescita delle due ruote elettriche. Dopo la sfilza incoraggiante di segni più del 2020, che ha fatto segnare un + 84,5% nei dati di vendita di ciclomotori, scooter e moto a impatto zero, i primi sei mesi del 2021 si sono conclusi con un + 54,7% (pari a 6.408 pezzi). L’aumento più significativo ha riguardato il mercato delle moto (+174,3% ma con soli 332 «esemplari» venduti), seguito da quello degli scooter con un +63% (2.746 pezzi), mentre i ciclomotori hanno fatto segnare un -4,4%, nonostante i volumi siano interessanti (2.042).

In prospettiva, secondo Ancma lo sviluppo del settore potrà avere un ulteriore impulso anche grazie all’Ecobonus per moto, scooter, ciclomotori, tricicli e quadricicli a trazione elettrica, che prevede uno stanziamento di 150 milioni di euro fino al 2026. Interessanti sono anche i dati riferiti ai «nuovi» mezzi elettrici, a cominciare dalle e-bike. Dopo il + 44% del 2020 rispetto al 2019, il trend si è confermato ancora in crescita nel 2021 con un + 12 % nel primo semestre in confronto allo stesso periodo dello scorso anno che, tradotto in vendite, significa circa 157mila bici a pedalata assistita vendute. Infine, si registra un grande balzo in avanti per i quadricicli elettrici che hanno quintuplicato i risultati passando da poco più di 200 veicoli immatricolati a oltre 1.200.

MA CON TROPPI INCIDENTI E VITTIME

Il problema è che questi numeri positivi, sommati alla comprensibile necessità di rendere sempre più smart e condivisa la nostra mobilità, finiscono poi per sbattere quotidianamente contro la cruda realtà. Ed è qui che sono chiamati direttamente in causa i monopattini elettrici. Stando alle ultime rilevazioni delll’Osservatorio  Asaps (Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale, una delle più grandi agenzia di sicurezza stradale  d’Italia), nei primi otto mesi del 2021 in Italia ci sono state dieci vittime coinvolte in incidenti stradali con monopattini elettrici.

Tra i problemi riscontrati da Asaps nella sua disamina, e che certamente contribuiscono a questo triste bollettino, c’è anche la percorrenza media dei singoli spostamenti a bordo di questi mezzi, che a differenza di quanto si possa credere, non è per nulla bassa. Si tratta infatti di 1,6 chilometri, più degli 0,9 chilometri percorsi in media dalle biciclette a noleggio. La durata media dei viaggi è 9,6 minuti a un prezzo medio di 4,9 euro, con un utilizzo particolarmente accentuato nelle giornate di sabato e domenica.

Secondo Assosharing, l’associazione che rappresenta la maggior parte delle aziende di sharing, i monopattini elettrici circolanti in Italia sono 45mila in 40 località. Le città dove sono avvenuti i sinistri con la morte di utenti della strada sono Roma, Milano, Genova, Arezzo, Ravenna, Firenze e Sesto San Giovanni. «I sinistri gravi censiti dal nostro osservatorio – spiega Asaps – nei primi due quadrimestri dell’anno sono stati 131 di cui 41 con feriti ricoverati in prognosi riservata.

Nei primi sei mesi del 2021 erano stati 85, con 46 sinistri gravi nel due principali mesi estivi di luglio ed agosto. Va ricordato che nel 2020 si contò un unico decesso a Budrio (Bo) dove perse la vita un 60enne. Sono oltre una ottantina i Comuni dove sono presenti aziende che offrono servizi di sharing di monopattino, che occorre ricordare sono veicoli a tutti gli effetti, oggi equiparati alle biciclette. Le ultime città dove sono stati avviati tali servizi sono Frosinone, Pomezia, Santa Maria Capua Vetere, Piombino, mentre a Bologna è stato attivato un servizio senza il nullaosta della Giunta comunale».

LA POSIZIONE DI CONFARCA

A fatto particolarmente scalpore, lo scorso 30 agosto, la notizia del ragazzino che a Sesto San Giovanni ha perso la vita cadendo violentemente a terra e battendo la testa mentre era sul suo monopattino. Un episodio, l’ennesimo, a seguito del quale Confarca è tornata a richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e della politica dopo che già lo scorso 13 luglio aveva sollecitato la Commissione Trasporti della Camera sulla necessità di introdurre un attestato per l’abilitazione alla guida dei monopattini elettrici, una sorta di patentino che sarà conseguito anche dai minorenni dopo  4 ore di formazione e l’introduzione dell’obbligo del casco. L’associazione chiede, inoltre, una più generale regolamentazione della micromobilità con regole precise.

La palla passa ora alla Commissione Trasporti dove è in esame il disegno di legge sulle «Disposizioni in materia di circolazione dei monopattini a propulsione prevalentemente elettrica». Tra le proposte di cui si sta discutendo ci sono anche l’introduzione dell’assicurazione e della targa anche per i monopattini elettrici. Sarebbe un importante passo in avanti non solo per la sicurezza delle nostre strade ma anche a livello europeo.

Tranne che in Germania, per questa tipologia di mezzi l’assicurazione così come la targa non è prevista negli altri Stati europei.

IL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ

Al netto di una necessaria regolamentazione che va applicata al mondo della micromobilità in Italia, è indubbio che il graduale passaggio ai mezzi elettrici sta già producendo degli effetti benefici sull’ambiente. Bicilette e monopattini elettrici producono infatti emissioni di gas serra fra le 7,4 e le 12 volte inferiori rispetto a un motorino elettrico, se si tiene conto che l’energia prodotta per la ricarica non sempre viene da fonti pulite.

Guardando nel complesso al Vecchio Continente, se la micromobilità fosse adottata in Europa da un maggior numero di persone, si avrebbero vantaggi sensibili in termini di decongestione del traffico e quindi anche sul fronte dell’inquinamento. Il problema è che ad oggi solo lo 0,1% dei tragitti in aree urbane sono compiuti sfruttano mezzi sostenibili. Secondo le stime della divisione InnoEnergy dell’Istituto europeo per l’innovazione e la tecnologia (Eit), arrivando al 15% dei tragitti si potrebbero ridurre le emissioni di CO2 di 30 milioni di tonnellate l’anno, pari a circa il 12,5% di quanto ha prodotto la Germania nel 2019 o, se preferite, al 23% di quanto immette nell’atmosfera tutto il settore del trasporto tedesco.

Dichiarazione per barche impiegate in esami pratici patente nautica

Gentile Associato,

inviamo lo stampato di dichiarazione che ogni scuola nautica dovrà presentare in sede di esame pratico per conto dei propri candidati, così come previsto dalla novella disciplina del Decreto 10 agosto 2021, in vigore dal 13 ottobre 2021.

Anche questo sarà motivo di argomentazione al congresso del prossimo sabato 23 ottobre 2021 in cui confidiamo nella tua partecipazione. 

Grazie e saluti

Marco Morana

< DICHIARAZIONE PER BARCHE D’ESAME.pdf

File avvisi n. 26 del 15/10/2021 – Nuove disposizioni in materia di qualificazione iniziale e formazione periodica per la CQC

OGGETTO: Circolare n. 29671 del 27/09/2021 – Nuove disposizioni in materia di corsi di qualificazione iniziale e formazione periodica per il conseguimento della carta di qualificazione del conducente, delle relative procedure d’esame e di soggetti erogatori dei corsi, di cui al DM luglio 2021 e relativa disciplina transitoria. 

In relazione alla circolare in oggetto si comunica che dal 15 ottobre 2021 saranno in esercizio gli aggiornamenti dell’applicazione Gestione Richieste Patenti di seguito riportati. 

 

< FILE AVVISI N. 26 DEL 15-10-2021.pdf

Circolare n. 31895 del 15/10/2021 – Ripubblicazione con integrazioni e modifiche “Nuove disposizioni in materia di corsi di qualificazione iniziale e formazione periodica”

Gentili Colleghi,

la presente per trasmettervi la circolare rilasciata in data odierna da parte della Direzione Generale della Motorizzazione Civile aggiornata con le ultime modifiche proposte dalla nostra Associazione di categoria. 

Questi e altri temi saranno trattati approfonditamente alla prossima Assemblea annuale che ricordiamo si terrà il 23/10/2021 presso A.Roma Hotel (obbligatoria la prenotazione in ottemperanza delle direttive anti Covid-19).

Certi di avervi fatto cosa gradita, vi salutiamo e restiamo a Vs. disposizione per eventuali chiarimenti.

 

Segreteria Nazionale Autoscuole

< MOT.REGISTRO UFFICIALE.2021.0031895.pdf
Allegati circ. 31895 – Nuove disposizioni in materia di CQC.zip

Certificazione prove pratiche per esame patente nautica

Gentile Collega,

come ben sai dal 13 ottobre è diventata obbligatoria la certificazione delle uscite in barca per i ns allievi.

 

Alleghiamo lo stampato che consigliamo vivamente di iniziare ad utilizzare nell’interesse e tutela di tutti, candidati e scuole nautiche.

 Anche questo sarà argomento di discussione e confronto durante il congresso nazionale del 23 ottobre a Roma:           ti aspettiamo.

Buon Vento!

Adolfo D’Angelo

< certificazione SN per manovre in barca ALL. ALFA BY CONFARCA.pdf

File avvisi n. 25 del 08/10/2021 – Pagamenti su Pago PA. Secondo blocco di pratiche

OGGETTO: PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI PER OPERAZIONI DI MOTORIZZAZIONE – COMUNICAZIONI IN ORDINE ALLA MIGRAZIONE SULLA PIATTAFORMA PAGOPA – SECONDO BLOCCO DI PRATICHE

RIFERIMENTO FILE AVVISI N. 24.

NEL CONFERMARE LE INDICAZIONI GENERALI, RIPORTATE NEL FILE AVVISI N. 24 DEL 22 SETTEMBRE U.S. E RIGUARDANTI LA MIGRAZIONE “A BLOCCHI” DELLE PRATICHE ALLA NUOVA PIATTAFORMA PAGOPA, A PARZIALE RETTIFICA ED INTEGRAZIONE DEL CRONOPROGAMMA DELLE ATTIVAZIONI, SI COMUNICA QUANTO SEGUE.

 

< FILE AVVISI N. 25 DEL 08-10-2021.pdf

Trasmissione Circolare 30970 del 07/10/2021: Modifiche ed integrazioni CQC

Gentili Colleghi,

                con la presente vi trasmettiamo la circolare emanata in data odierna da parte della Direzione Generale della Motorizzazione Civile, riguardante il Differimento dei termini di decorrenza dei nuovi programmi di qualificazione iniziale, anche di integrazione, e dei relativi esami”.

                 Le modifiche più importanti riguardano i seguenti punti:

1.  Al fine di predisporre il materiale didattico conforme ai nuovi programmi, slitta al 02/01/2022 l’entrata in vigore del nuovo database dei quiz Cqc.

2.  Viene consegnato l’attestato di fine corso al candidato che lo ha terminato (indipendentemente dal fine corso da parte degli altri allievi).

3.  Possibile presenza in aula di allievi che hanno terminato i corsi o che siano stati respinti.

4.  Futura introduzione con successiva circolare, delle “istruzioni relative alla durata delle lezioni, relative a ciascuno dei punti afferenti alle tre aree della qualificazione iniziale parte teorica comune ed alle lezioni della parte teorica specialistica”.

5.  Correzione refusi della circolare del 27/09/2021

                 Restiamo a vostra disposizione per eventuali chiarimenti e vi terremo aggiornati nel prossimo futuro, Buon lavoro.

Segreteria Nazionale Autoscuole
Christian Filippi
Stefano De Bonis

< MOT.REGISTRO UFFICIALE.2021.0030970.pdf

Verifica regolarità imprese di trasporto – rilevazione imprese cancellate

Per una più ampia diffusione delle disposizioni emanate sull’argomento, s’informa che il

Comitato Centrale dell’Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano

l’autotrasporto di cose per conto di terzi, con le note prot. R.U.U. 03358 del 24.09.2021 e R.U.U.

03408 del 28.09.2021, inviate anche al Capo Dipartimento per la mobilità sostenibile e alla

Divisione 7 della Direzione Generale per la Motorizzazione, ha disposto la cancellazione di un

numero consistente di imprese di trasporto su strada di merci in conto terzi dal Registro

elettronico nazionale (REN) e dall’Albo nazionale degli autotrasportatori che si trovano nello stato

di “cancellate” o “cessate” dal Registro imprese tenuto dalle Camere di Commercio e ricadenti

nell’ambito territoriale di questa Direzione Generale Territoriale.

< DGTC.REGISTRO UFFICIALE.2021.0234374.pdf

Rimini – Corso di formazione iniziale per insegnanti e istruttori

ISTRUTTORE DI GUIDA

80 ORE DI TEORIA + 40 ORE DI SIMULAZIONI DI GUIDA

INIZIO PARTE TEORICA SABATO 27 NOVEMBRE 2021

COSTO DEL CORSO: 800 EURO + 50/ORA PER LE SIMULAZIONI DI GUIDA (quota da versare all’iscrizione: 800 euro)


INSEGNANTE DI TEORIA

145 ORE DI TEORIA

INIZIO SABATO 4 DICEMBRE 2021

COSTO DEL CORSO: 2.200 EURO (quota da versare all’iscrizione: 800 euro)


INSEGNANTE DI TEORIA ED ISTRUTTORE DI GUIDA

155 ORE ORE DI TEORIA + 40 ORE DI SIMULAZIONI DI GUIDA

INIZIO PARTE TEORICA SABATO 27 NOVEMBRE 2021

COSTO DEL CORSO: 2.400 EURO + 50/ORA PER LE SIMULAZIONI DI GUIDA (quota da versare all’iscrizione: 800 euro)


ESTENSIONE DA INSEGNANTE AD ISTRUTTORE

10 ORE ORE DI TEORIA + 40 ORE DI SIMULAZIONI DI GUIDA

INIZIO PARTE TEORICA SABATO 27 NOVEMBRE 2021

COSTO DEL CORSO: 200 EURO + 50/ORA PER LE SIMULAZIONI DI GUIDA (quota da versare all’iscrizione: 800 euro)


ESTENSIONE DA ISTRUTTORE AD INSEGNANTE

75 ORE ORE DI TEORIA

INIZIO SABATO 5 FEBBRAIO 2022

COSTO DEL CORSO: 1.200 EURO (quota da versare all’iscrizione: 400 euro)

 

 

La sede del corso è: RIMINI  – AUTOSCUOLA RIMINESE – VIA MARECCHIESE 33.

Allo stato attuale, le disposizioni della Regione Emila Romagna prevedono però che le lezioni teoriche siano effettuate unicamente in videoconferenza.

Sarà utilizzata la piattaforma Google Meet


Per i requisiti di accesso ai corsi, visita la pagina:

 https://www.riminiguida.it/servizi/corsi-insegnanti-istruttori/

 

Per confermare l’iscrizione è necessario effettuare il versamento della quota di iscrizione a mezzo bonifico bancario sul conto corrente IT 59 M 08995 68020 022000019980 intestato a RIMINI GUIDA

In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, le quote versate saranno interamente restituite.


 

Per info ed iscrizioni, contattare:

DANIELE – tel. 339.28.59.647 – mail: daniele@riminiguida.it

 

< DOCUMENTI CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI.zip

Decreto Legislativo 29 maggio 2017, n. 98 – Documento unico di circolazione e di proprietà (DU) – Ultima fase di attuazione – Istruzioni operative

Gentili Colleghi,

Vi inviamo una circolare per riepilogare tutta la normativa che ci ha portati a domani 1 ottobre, data in cui prenderà il via la procedura finale del documento unico. Al suo interno troverete quindi il sunto di quelle che sono le ultime procedure ad entrare in vigore.

< M_DIP.MOT.REGISTRO UFFICIALE(U).0030256.30-09-2021.pdf

Circolare ACI – Definitiva entrata a regime – DU

D.Lgs. n.98/2017 – Definitiva entrata a regime dal 1° ottobre 2021.

Nuove istruzioni operative PRA per gli STA esterni.

Come noto, il Decreto Dirigenziale (DD) n° 196 del 27/09/2021 ha disposto la definitiva entrata a regime del D.Lgs. n.98/2017.

Pertanto, dal 1° ottobre 2021, dovrà essere sempre emesso (ove previsto) il Documento Unico di circolazione e di proprietà (DU).

< Circolare ACI – Definitiva entrata a regime – DU.pdf

Decreto n. 232 del 28/09/2021 – Patenti nautiche

Gentilissimi,

            Con la presente, vi inviamo il decreto sull’ “Adozione dei programmi di esame per il conseguimento delle patenti nautiche di categoria A, B e C e modalità di svolgimento delle prove. (21A05657) (GU Serie Generale n.232 del 28-09-2021)che entrerà in vigore tra 15 gg, e per il quale Confarca nautica ha già richiesto con urgenza alla Direzione Generale del Ministero un Decreto direttoriale affinché, nelle more, si possa continuare con modalità esami CP Genova su tutto il territorio nazionale.

< DECRETO N.232 28-09-2021 -PATENTI NAUTICHE.pdf
COMUNICAZIONE DECRETO PATENTI NAUTICHE – CONFARCA.pdf

NEWS DAL PROSSIMO CONGRESSO! ROMA 23 OTTOBRE 2021!

Gentilissimi,

nel tenervi aggiornati sulla preparazione che ci porterà a ritrovarci tutti insieme al prossimo Congresso di Confarca in programma a Roma per il prossimo 23 ottobre, vi comunichiamo che il venerdì 22 ottobre presenteremo il nostro Convegno annuale alla stampa nazionale, con una conferenza presso il Senato della Repubblica, dove saranno presenti per rappresentare l’intero arco parlamentare alcuni Senatori sensibili ai problemi della nostra categoria, e con cui ci confronteremo sulla sicurezza stradale riguardante la circolazione dei monopattini e sulla micro-mobilità.

Rispetto alla Tavola rotonda prevista per invece sabato 23 ottobre alle ore 15,30, sarà il Dott. Giandomenico Protospataro, esperto di riferimento per il Codice della strada, ad aprire i lavori e a fare una disanima sulle modifiche a quest’ultimo e sulla “problematica sicurezza sulla circolazione dei monopattini”. Sul tema interverranno anche i rappresentanti politici invitati, con la conferma della partecipazione del Vice Ministro Alessandro Morelli, che ha la delega alle modifiche al Codice della Strada. Tra i temi toccati, anche quello della mancanza di personale della motorizzazione.

All’appuntamento pomeridiano del Congresso sarà presente anche la Dott.ssa Giuseppina Ferrannini, che illustrerà le novità del nuovo Decreto CQC, argomento oggetto di discussione insieme ad altri, da trattare successivamente con il Direttore Generale per la Motorizzazione Ing. Pasquale D’Anzi e con i Direttori generali territoriali Ing. Giorgio Callegari e Ing. Fausto Fedele.

Sempre con l’Ing. D’Anzi e insieme al Dott. Giorgio Brandi, ACI PRA, parleremo di Documento Unico e Pago PA. Infine sarà la volta del settore Nautica, con esperti e istituzioni dedicate.

Non perdere l’occasione di iscriverti, i posti sono contingentati a causa del periodo che stiamo attraversando,
clicca qui per essere insieme a noi a Roma il prossimo 23 ottobre .

Ti aspettiamo!

Paolo Colangelo

<

Trasmissione quiz CQC D.M. 30/07/2021 e relativa circolare sulla disciplina dei listati d’esame

Gentili Colleghi,

vi inoltriamo la circolare della Direzione Generale della Motorizzazione Civile, riguardante il listato d’esame da applicare ai candidati in base alla formazione ricevuta.

In sintesi: Ai candidati agli esami teorici per il conseguimento della CQC verranno somministrati, da parte CED, due tipi possibili di listato d’esame a seconda che la formazione ricevuta si quella prevista dal DM 30/09/2013 oppure con il nuovo DM del 30/07/2021.

Alleghiamo il listato dei quiz CQC afferente al nuovo Decreto Ministeriale.

Con l’occasione Vi ricordiamo che questi temi e molti altri saranno approfonditi con tecnici e politici durante il prossimo Congresso nazionale, che vi ricordiamo si terrà il a Roma il 23 ottobre 2021 presso l’A.Roma Hotel (è obbligatoria la prenotazione in ottemperanza delle direttive anti Covid’19).

Prenotati qui, subito!

Buon lavoro e restiamo a vostra disposizione per eventuali chiarimenti.

Segreteria Nazionale Autoscuole
Christian Filippi
Stefano De Bonis

< MOT.REGISTRO UFFICIALE.2021.0029923.pdf
20210928+-+flusso+Poligrafico.txt

Richiesta Parere ACI – Studi di Consulenza – DU

Gentilissimi,

è stato richiesto dalla Segreteria Studi, un parere all’ACI, rispetto a cosa accadrà relativamente all’iscrizione di un veicolo dopo il 1 ottobre prossimo, non essendo al momento prevista dopo questa data l’emissione del CDPD, e se come alcuni sostengono, nel caso di un veicolo immatricolato o con emissione duplicato carta entro il 30 settembre e da iscrivere entro 60 gg, si debba fare un duplicato del DU.

Vi alleghiamo la risposta!

< Studi – Richiesta parere ACI.pdf

Circ. n.29671 del 27/09/2021 – Nuove disposizioni in materia di corsi CQC – Manuale 2021

Gentili Colleghi,

Vi trasmettiamo la circolare pubblicata oggi dalla Direzione Generale della Motorizzazione Civile. Molto sono le novità che riguardano tutti i settori:

Struttura dei corsi: Variata la ripartizione del monte ore fra parte comune e specialistica – Introdotta la possibilità di fare i corsi la domenica

Docenti accreditabili: Introdotta la figura dello psicologo del traffico – Ridotto il requisito di anzianità a 2 anni per il medico che ha svolto formazione

Gestione delle assenze: Elevato il monte ore di assenza – Eliminata la possibilità di recuperare le ore di assenza perse

Argomenti dei corsi: – Eliminati i 10 moduli e vengono introdotte arrivano 3 aree nella parte comune. Introdotti importanti argomenti tra i quali: telematica dei trasporti, ampliamento dei quesiti sul primo soccorso e sulle responsabilità in caso di incidente, logistica, il caricamento dei veicoli viene trattato in maniera più approfondita, nuovi sistemi di propulsione e nuovi sistemi di alimentazione

Prassi amministrativa: Variata la prassi di comunicazione delle ore di guida obbligatorie – Le ore di guida obbligatorie devono essere comprovate tramite cronotachigrafo digitale o analogico

Applicativo unico gestione corsi: Introdotto un applicativo unico nazionale per tutte le comunicazioni relative ai corsi sia di formazione iniziale che di formazione periodica.

Questi temi e molti altri saranno approfonditi con tecnici e politici durante il prossimo Congresso nazionale, che vi ricordiamo si terrà il a Roma il 23 ottobre 2021 presso l’A.Roma Hotel (è obbligatoria la prenotazione in ottemperanza delle direttive anti Covid’19).

Prenotati qui, subito!

Buon lavoro e restiamo a vostra disposizione per eventuali chiarimenti.

Segreteria Nazionale Autoscuole
Christian Filippi
Stefano De Bonis

< allegati_Manuale+CQC+2021-signed.pdf
MOT.REGISTRO UFFICIALE.2021.0029671.pdf